Home Ordinamento Didattico
Errore
  • Unable to load Cache Storage: database
  • Unable to load Cache Storage: database
  • Unable to load Cache Storage: database
  • Unable to load Cache Storage: database
Ordinamento didattico del Corso di Laurea Stampa E-mail
Scritto da Amministratore   

Obiettivi formativi specifici del Corso di Laurea e descrizione del percorso formativo

 Il Corso di Laurea interclasse in Lettere e Beni Culturali si propone di offrire una solida e rigorosa formazione di base, metodologica e storica, negli studi linguistici, filologici, letterari e storico-artistici in un ambito cronologico che va dall'età antica a quella moderna e contemporanea.
Tale obiettivo è finalizzato in particolare a dotare il laureato, attraverso lo studio della classicità e dell'età moderna e contemporanea sotto i vari profili scientifici, degli strumenti teorici fondamentali (che potranno essere affinati nel proseguimento degli studi) per la comprensione della società e dei fattori di ordine culturale che ne determinano l'evoluzione.
La durata normale del Corso di Laurea interclasse in Lettere e Beni Culturali è di tre anni. Per conseguire la laurea lo studente deve aver acquisito 180 crediti.
Il Corso di Laurea interclasse è articolato in due parti. La prima, corrispondente ai primi due anni di corso, comprende insegnamenti di natura formativa fondamentale ed istituzionale comuni alle due classi di laurea, per un totale di circa 90 crediti. La seconda, corrispondente al terzo anno, comporta una qualificazione ed una specializzazione degli studi corrispondenti ai differenti domini culturali e scientifici delle diverse classe di laurea.
All'interno del Corso di Laurea interclasse sono previsti quattro curricula, orientati sugli studi dell'antichità e delle età moderna e contemporanea per la classe in Lettere (curriculum classico e curriculum moderno) e sugli studi di storia dell'arte e di archeologia per la classe in Beni culturali (curriculum storico-artistico e curriculum archeologico). L'adozione dei curricula garantisce le peculiarità e le diversità delle due classi di laurea, pur nel rispetto della dorsale dei 90 crediti formativi comuni e del progetto culturale ad essa sotteso.
Il Corso di Laurea struttura le proprie attività didattiche tramite lezioni, esercitazioni, laboratori, corsi liberi ed eventuali tirocini e stage, anche in funzione degli sbocchi professionalizzanti. Potranno essere istituiti corsi integrati e moduli comuni. La modalità di erogazione degli insegnamenti è convenzionale.
Le modalità di svolgimento degli esami e degli accertamenti di profitto, nonché quelle relative alla verifica delle altre attività formative (frequenze ai laboratori, tirocini), e quelle relative alla prova finale, sono stabilite secondo le normative disposte, per le parti di competenza, dal Regolamento didattico d'Ateneo, dal Regolamento della Facoltà di Lettere e Filosofia e dal Regolamento didattico del corso di laurea.
Gli insegnamenti a scelta dello studente possono appartenere anche a settori scientifico-disciplinari già presenti come attività di base, caratterizzanti, affini o integrative nella tabella delle attività formative, purché tali insegnamenti siano attivati all'interno dell'Ateneo e siano coerenti con il progetto formativo dello studente.
 

Conoscenze richieste per l'accesso

 
Secondo le disposizioni previste dal Regolamento didattico d'Ateneo, dal Regolamento della Facoltà di Lettere e Filosofia e dal Regolamento didattico del Corso di Laurea, possono essere ammessi al Corso di Laurea interclasse in Lettere e Beni Culturali:
1. i diplomati degli istituti di istruzione secondaria superiore;
2. quanti siano in possesso di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo dalla Facoltà di Lettere e Filosofia su proposta del Consiglio di Corso di Laurea e ratificato dal Senato Accademico.
Ai fini dell'ammissione al Corso di Laurea interclasse in Lettere e Beni culturali è altresì necessario il possesso o l'acquisizione di un'adeguata preparazione iniziale. Agli studenti che intendano iscriversi al Corso di Laurea interclasse in Lettere e Beni culturali sono richiesti la conoscenza dei lineamenti della storia culturale dell'età classica, degli svolgimenti della civiltà letteraria italiana dal Medioevo all'età contemporanea; il possesso delle nozioni fondamentali della lingua latina, della storia, della geografia e della storia dell'arte.
Sarà inoltre necessario il possesso di capacità di espressione di livello medio, nella lingua italiana in forma scritta, di capacità di apprendimento e di almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano.
La preparazione iniziale sarà verificata attraverso una prova di ingresso (test e/o prove aperte) da svolgere prima dell'inizio dell'anno accademico. Qualora l'esito di tale prova sia negativo, il Corso di Laurea stabilisce gli specifici obblighi formativi che ogni studente dovrà soddisfare durante il primo anno di corso. A tale riguardo il Corso di Laurea organizzerà specifiche attività di recupero.
 
 

Caratteristiche della prova finale

 
La laurea in Lettere – classe delle lauree in Lettere (classe L-10) – e la laurea in Beni culturali – classe delle lauree in Beni culturali (classe L-1) – si consegue previo superamento di una prova finale, che consiste nella presentazione e discussione di un elaborato scritto di media lunghezza su un argomento scelto nell'ambito di uno degli insegnamenti seguiti.
La prova finale comporta l'acquisizione di 6 crediti formativi.
Ai fini del superamento della prova finale è necessario conseguire il punteggio minimo di sessantasei centodecimi. Il punteggio massimo è di centodieci cento decimi, con eventuale attribuzione della lode.L’eventuale attribuzione della lode, in aggiunta al punteggio massimo di centodieci centodecimi, è subordinata all’accertata rilevanza dei risultati raggiunti dal candidato e alla valutazione unanime della commissione.4. La valutazione finale è costituita dalla somma:a) della media dei voti riportati nelle attività formative, pesati sulla base dei crediti attribuiti a ciascuna di esse;b) di un punteggio fino ad un massimo di 8 punti così determinato:- fra 0 e 5 punti per la prova finale (valore intrinseco dell’elaborato, discussione in sede di prova finale);- fra 0 e 3 punti per la carriera dello studente (numero delle lodi, partecipazione ad eventuali attività formative integrative deliberate dal Consiglio di Facoltà per ogni coorte di immatricolati).   

 

 

Sbocchi occupazionali previsti per i laureati

 

 Il laureato del Corso di Laurea interclasse in Lettere e Beni Culturali potrà:

1. Collaborare alla didattica nell'ambito delle discipline umanistiche e storico-artistiche.  

2. Collaborare alla realizzazione di materiali informativi e didattici nel settore delle discipline umanistiche e storico-artistiche.
3. Collaborare a progetti educativi per la promozione della cultura umanistica e dell'importanza della conservazione, tutela e valorizzazione dei beni culturali.
4. Operare negli enti, pubblici e privati, che operano per la tutela e la valorizzazione del patrimonio letterario, storico, culturale e ambientale.
5. Organizzare attività culturali presso archivi, biblioteche, cineteche, musei, anche mediante il ricorso a tecnologie dell'informazione e della comunicazione.
6. Operare all'interno di musei, soprintendenze, gallerie, centri espositivi, teatri e istituzioni concertistiche e collaborare alla gestione degli interventi di tutela del patrimonio culturale.
7. Operare nel campo dell'editoria letteraria e d'arte.

8. Operare nell'ambito della comunicazione giornalistica, radiofonica e televisiva.
9. Collaborare ad attività di promozione della cultura letteraria e linguistica e del patrimonio archeologico e storico-artistico, nel settore dei servizi educativi e culturali, delle comunicazioni e del turismo, dell'editoria, del turismo culturale.

10. Collaborare alle attività di consulenza redazionale per produzioni teatrali, cinematografiche, televisive in cui sia rilevante il ricorso alla documentazione di carattere storico e culturale .

Va infine rilevato che il laureato del corso di laurea interclasse in Lettere e Beni Culturali potrà accedere alle lauree magistrali delle classi LM-2 – Archeologia, LM-14 – Filologia moderna, LM-15 – Filologia, Letterature e Storia dell'Antichità e LM-89 – Storia dell'Arte, attivate presso l'Università della Calabria o presso altri Atenei. A sua volta il conseguimento della laurea magistrale, eventualmente completato con percorsi formativi specifici, consente l'accesso a numerosi ruoli professionali che comportano alte competenze e responsabilità.